Furti a Chieti : non c’è più religione!

Furti a Chieti : non c’è più religione! e’ proprio il caso di dirlo dopo il furto della statua della Madonna di via Madonna del Freddo e il blitz al seminario regionale San Pio X.

La statua è stata  ricollocata nel rondò al bivio tra la strada provinciale Chieti – Tollo e la strada per Villamagna dopo che  nella notte tra lunedì e martedì scorsi  gli abitanti della zona avevano scoperto che  l’amata statua della Madonnina non c’era più. È iniziata così la raffica di telefonate a casa di Marcello Di Primio, che abita proprio vicino all’aiuola e che la cura personalmente insieme ad altri residenti e come ci riferisce Di Primio la ” Divina Provvidenza ha voluto che la statua rubata di notte da ignoti fosse donata da una persona che ha voluto restituire alla comunità la propria protettrice”. Le circa 30 famiglie che vivono nelle vicinanze del rondò da due anni sentivano i benefici influssi di Maria e mai nulla di male è accaduto a chi abita lì . Intanto proseguono le indagini dei carabinieri  per risalire all’autore o ai ladri che hanno compiuto il furto sacrilego che ammonta a un centinaio di euro prelevato dal’economato del Seminario regionale. Il furto sarebbe stato compiuto mentre i seminaristi erano intenti nelle preghiere vespertine.  uno di loro ha notato  la porta aperta della stanza del padre spirituale ma  non ha sospettato che in Seminario fossero entrati estranei. Solo al rientro da Pescara del Rettore l’amara scoperta che mancava il denaro e che le stanze erano state violate e messe in disordine.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Furti a Chieti : non c’è più religione!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*