Francavilla Porto Turistico, D’Alfonso: procedura viaggia spedita

Il milione di euro per il completamento dell’approdo turistico di Francavilla al Mare è già stato stanziato e non vi è alcuna necessità di altre sedute del CIPE per ulteriori fantomatiche approvazioni. Lo afferma il presidente della Regione Luciano D’Alfonso, riferendo la cronologia degli eventi.

Questi i passaggi spiegati nella nota di D’Alfonso:

– 21 febbraio 2018: presentazione dell’Addendum al Piano operativo Infrastrutture (nota MIT n. 6592) contenente il finanziamento dell’intervento;
– 28 febbraio 2018: approvazione dell’Addendum da parte del CIPE con delibera n. 6/2018;
– 1° marzo 2018: comunicazione dell’approvazione del provvedimento inviata al presidente Luciano D’Alfonso dal Ministro per la Coesione territoriale Claudio De Vincenti;
– 21 marzo 2018: riunione con i soggetti attuatori degli interventi previsti nella delibera, cui ha preso parte anche il vicesindaco del Comune di Francavilla Francesca Buttari che per l’occasione – come testimoniato dal verbale della seduta – ha specificato che “si tratta di lavori in estensione per cui non è necessaria la gara”, che servirà “solo per la progettazione”.

La delibera è in attesa della bollinatura da parte della Corte dei Conti; successivamente sarà pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale per la verifica della compatibilità delle voci di bilancio (FSC nazionale 2014/2020) con le destinazioni di spesa.
Dunque non vi è alcuna incertezza nella procedura, che viaggia secondo i tempi tecnici necessari al buon funzionamento della Pubblica Amministrazione che deve anche saper “controllare”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

1 Commento su "Francavilla Porto Turistico, D’Alfonso: procedura viaggia spedita"

  1. Spero di vederlo finito nei prossimi due anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*