Francavilla: encomio all’infermiera che ha salvato una bimba

favillalorena

Francavilla: encomio all’infermiera che ha salvato una bimba. Il Comune l’ha premiata per l’elevato senso del dovere.

Francavilla: encomio per l’infermiera che ha salvato una bimba di due anni la scorsa estate sulla spiaggia della località rivierasca della provincia di Chieti. Lorena Lucilla Favilla, infermiera di Torrevecchia Teatina che da 10 anni lavora nella casa di cura privata Villa Pini, il 15 luglio scorso mentre prendeva il sole tra gli stabilenti balneari Merope ed Asteria ha sentito le grida di persone che chiedevano aiuto ed immediatamente è corsa a vedere cosa stava avvenendo. Si è trovata davanti un padre che aveva in braccio la figlioletta priva di sensi e con le labbra viola ed è subito intervenuta per praticare il massaggio cardiaco e le operazioni di soccorso da praticare in questi casi.  La piccola stava giocando a riva quando ha rischiato di annegare. Il sindaco Antonio Luciani ha voluto premiare con un encomio solenne il gesto della donna ” per la straordinaria professionalità di cui si è resa protagonista”.

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Francavilla: encomio all’infermiera che ha salvato una bimba"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*