Ex Fea Pescara, Regione e Fondazione puntano al recupero

All’ex Fea di Pescara, dopo la Giunta regionale di stamattina, può partire un’operazione di Regione e Fondazione Pescarabruzzo per rilanciare lo spazio urbano.

 

Il Festival dell’Unità e il murales realizzato dagli artisti hanno riacceso l’attenzione su uno degli spazi “Ex” della città di Pescara, finora utilizzato come parcheggio a ridosso del mare e -dagli abusivi- come garage clandestino di bici rubate.

La Regione Abruzzo (oggi) e la Fondazione Pescarabruzzo (domani) puntano ad una piena restituzione dell’area alla città, attraverso una delibera di indirizzo approvata dalla Giunta D’Alfonso proprio questa mattina. La Regione, proprietaria dell’area, ha predisposto la procedura per la valorizzazione dello spazio urbano.

Il futuro potrebbe poi passare attraverso l’intervento della Fondazione Pescarabruzzo guidata da Nicola Mattoscio, che è pronta a riqualificare l’Ex Fea per trasformarlo in uno spazio dedicato alle arti, in particolare quelle contemporanee, nel cuore della città.

D’Alfonso ha illustrato la delibera di Giunta inaugurando assieme agli assessori Lolli e Sclocco il murale sulla facciata dell’edificio realizzato su iniziativa del segretario cittadino del Pd Moreno di Pietrantonio dagli artisti Alessandro Marotta (detto Rap). Emanuele Fantacuzzi (detto Swek), Stefano Neri (detto Malone) e Cristian Serafini (detto suonidipinti).

 

Le dichiarazioni di D’Alfonso al Tg8 (Video)

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Ex Fea Pescara, Regione e Fondazione puntano al recupero"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*