Elezioni comunali in Abruzzo: le reazioni

ballottaggi-teramo-silvi11

Le reazioni delle forze politiche ai risultati delle elezioni comunali in Abruzzo, che si sono completati con i ballottaggi a Teramo e Silvi.

RAPINO (PD): “LA VITTORIA DI TERAMO E’ UNA VITTORIA CHE GUARDA AL FUTURO”
“La vittoria di Teramo è frutto della partecipazione e dell’impegno di una vera squadra che, insieme a Gianguido D’Alberto, nuovo Sindaco di Teramo, ha messo in campo la vera passione per la politica” – afferma Marco Rapino Segretario Pd Abruzzo. Il Partito Democratico, con il suo commissario Sandro Mariani e i suoi militanti, ha dato prova di quanto vale dare ai propri concittadini la possibilità di scegliere la migliore visione per il futuro, mettendo in campo forze giovani, competenti e determinate. La città ha risposto con una grande prova di fiducia, consegnando nelle mani di chi è stato eletto il compito e la responsabilità di dare vita e forma ad un programma vero e a progetti utili per i cittadini, per le imprese, per tutto il territorio. Questa vittoria assume un valore significativo non solo in Abruzzo ma in tutto il panorama nazionale: mai rinunciare a trovare risposte e soluzioni ai problemi. La nuova classe dirigente eletta, che andrà a ricoprire il ruolo di amministratori, ha un compito enorme e difficile ma il loro coraggio, dimostrato mettendosi in gioco a 360°, è la garanzia che ce la metteranno tutta.”

D’ALFONSO: “NON SORPRESO DA ESITO TERAMO” 
Questo il commento del presidente della Regione Luciano D’Alfonso: “Io non sono sorpreso dall’esito del ballottaggio di Teramo perché vedevo stanchezza nel centro destra e poi quello che è accaduto a Teramo città è stato un atto di violenza, far cadere una amministrazione è una esperienza sanguinaria che solitamente si paga. Il candidato sindaco del centro destra (Giandonato Morra) è un gentiluomo riconosciuto tale da tutti, ma quello che non ho visto da parte del centro destra era l’ambizione di vincere. Al contrario ho visto una grande carica di ambizione nel portare avanti l’attività della vittoria da parte di Gianguido D’Alberto che ha messo sul tavolo la sua pluriennale esperienza e la sua autonomia. Poi credo che Teramo abbia voluto segnare quella bella esperienza che in democrazia si chiama alternanza”.

DI SABATINO PRES. PROV. DI TERAMO: “I 14 ANNI DI CENTRODESTRA HANNO CERTAMENTE LOGORATO LO STESSO CENTRODESTRA”

“Sulla vittoria di D’Alberto dico che i 14 anni di centrodestra hanno certamente logorato lo stesso centrodestra e poi perché lo schieramento alternativo è stato capace di mettere da parte divergenze e incomprensioni e di unirsi in movimenti civici mentre i partiti tradizionali come il Partito Democratico è stato molto intelligente da capire che non era tempo di protagonismo ma era tempo di supportare un esigenza che veniva sostanzialmente da questa città. “

 FRACASSA “FUTURO IN”: “ LA COLPA NON È DI GATTI”

“è un atto democratico che va accettato, spero di vedere quanto prima questa nuova giunta, sperando che faccia bene. È chiaro che il compito dell’opposizione è un compito importante, quello di stimolare sugli argomenti e cercare sempre di dare il meglio sulla nostra città.”

Una vittoria del centrosinistra che però  in molti hanno visto come una ‘liberazione’ dal ‘modello Teramo’. Per molti è stato un attacco diretto a Gatti dal centrosinistra ma, soprattutto, da molti suoi ex alleati che non hanno apprezzato l’abiura di Brucchi.

A questa situazione l’ex assessore comunale ha replicato dicendo che “ Paolo Gatti opera in regione e  ha avuto ruoli importanti sulla nostra provincia. Nel ballottaggio  si è valutato solo chi ha governato su Teramo negli ultimi anni”

IL SERVIZIO DEL TG8:

 

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Elezioni comunali in Abruzzo: le reazioni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*