Elettrodotto Terna: archiviate le cause contro i manifestanti

No-Terna-sit-in-Chieti

Il Procuratore Capo di Lanciano Francesco Menditto ha archiviato tutte le cause penali nei confronti dei 52 indagati per aver manifestato contro l’elettrodotto Terna

“Quelle manifestazioni non hanno determinato alcun reato”. La Procura di Lanciano archivia il procedimento penale contro 52 manifestanti a carico dei quali erano ipotizzati  i reati di violenza, minacce e interruzione di pubblico servizio. La denuncia di Terna venne presentata in Procura dall’avvocato Giulia Bongiorno per contestare presunti reati durante le manifestazioni contro le installazioni dell’elettrodotto nella zona frentana. Le indagini, corredate dai rapporti di polizia e dai filmati, hanno al contrario condotto la Procura a concludere che “il comportamento dei manifestanti è stato civile e mai violento, essendosi limitati a contestare verbalmente e senza offendere. Nessuno impedì agli addetti di Terna di entrare nei terreni e fui una loro decisione quella di andar via”

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Elettrodotto Terna: archiviate le cause contro i manifestanti"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*