Droga a Isernia, arrestata anche una pescarese

Anche una donna originaria di Pescara coinvolta in una operazione di Polizia che ha stroncato un traffico di droga a Isernia. Hashish e cocaina arrivavano anche dall’Abruzzo

Due gli arresti all’alba di stamani dalla Polizia ad Isernia: Guido Sarachelli e Giuliano Sarachella, accusati di detenzione e spaccio di droga. Obbligo di dimora a Isernia per Maria Cerasoli, originaria di Pescara. L’operazione, denominata ‘Final Cut’, ha coinvolto altre 10 indagati. Oltre alle abitazioni dei tre giovani sottoposti a misure restrittive, i poliziotti hanno perquisito altre abitazioni. Il tariffario andava dai 40 euro per una dose di cocaina ai 100 euro per un grammo della stessa sostanza. Da 70 euro per un grammo e mezzo di hashish.

Castel Volturno e Pescara erano i luoghi per l’approvvigionamento di droga da portare a Isernia attraverso i mezzi di trasporto pubblico. “Elevate” -hanno spiegato gli investigatori- “le cessioni quotidiane di droga fatte dagli arrestati e dagli altri indagati in ogni angolo della città. Piazze, parcheggi di locali commerciali, terminal di autobus, stazione ferroviaria, punti di ritrovo dei giovani isernini”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Droga a Isernia, arrestata anche una pescarese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*