Disabili sui bus: in Abruzzo caso di accesso negato

La linea di servizio non è convenzionata e viene negato il trasporto gratuito ai disabili sui bus. In Abruzzo il caso denunciato da un disabile marsicano, che non è salito con le figlie minorenni.

L’episodio si è verificato nei giorni scorsi sulla linea dell’Arpa che effettua la corsa Roma-Avezzano. Ad un disabile 40enne di Magliano Dei Marsi è stato rifiutato l’ ingresso sull’autobus con le figliolette minorenni, di 4 anni e di 10 mesi, perché la tessera di viaggio di cui era in possesso non risultava valida per quella linea, non convenzionata con la Regione Abruzzo.

L’uomo, che aveva con sé un passeggino con sopra una delle due figliolette, intendeva raggiungere Avezzano. Alle spiegazioni dell’autista e del controllore l’uomo ha chiamato i carabinieri ai quali ha spiegato l’accaduto.

“È la seconda volta – ha spiegato all’ANSA l’uomo assistito dall’avvocato Antonio Pascale – che mi viene rifiutato l’ingresso sull’autobus nonostante la tessera di disabilità che mi dovrebbe garantire il trasporto gratuito sui mezzi pubblici. Il disagio maggiore – ha concluso – è per le mie due bambine che non hanno potuto stare con i nonni che solitamente mi aiutano nel soddisfare i loro bisogni”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Disabili sui bus: in Abruzzo caso di accesso negato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*