Degrado in Piazza Unione a Pescara, segnalazione di una lettrice

Degrado in Piazza Unione a Pescara, segnalazione di una lettrice. Riceviamo e pubblichiamo una mail firmata e corredata di foto.

Vi invio questa foto che ho scattato da casa. È l’ultima immagine di una sequenza di degrado.
Da tempo c’è un parcheggiatore abusivo che “controlla”i parcheggi di tutta la zona intorno a piazza unione, inseguendoti ogni volta che torni a casa e che magari dopo 5 giri del quartiere hai trovato un posto per l’auto.
Da un po’di tempo il parcheggiatore abusivo ha iniziato a dormire sulle panchine di piazza unione. Ieri mattina uscendo x andare al lavoro, l’ho visto urinare lì in piazza. Questa mattina nella sua panchina-letto aveva un’ospite. Ovviamente prima delle 5 di mattina è difficile che smettano di insultarsi a vicenda e si decidano a tacere.
Questo è un brevissimo esempio di come scorre la vita dei residenti di corso manthone e vie connesse…quando va bene!
con la speranza che ci possiate aiutare a sensibilizzare l’organizzazione comunale per la risoluzione delle questioni più esplosive.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

1 Commento su "Degrado in Piazza Unione a Pescara, segnalazione di una lettrice"

  1. david celiborti | 27/07/2017 di 16:58 | Rispondi

    Ero passato per i Colli per il degrado e vengo qui a piazza Unione altro degrado! Sembra quasi un modello, importato da quei paesi che non usano bagni, cassonetti per la spazzatura o per smaltire escrementi e rifiuti; è un metodo che stiamo adottando in tutta Italia! E’vero si urina e si escrementa dappertutto però dove sono i mezzi per evitarli i cosiddetti vespasiani mobili e biodegradabili? Vogliamo il lusso della solidarietà diffusa, accogliendo “disgraziati” e zozzoni da tutto il mondo e non vogliamo creare un ambiente anche per loro vivibile! Prima di questi, di “sporcaccioni” ce ne erano in numero inferiore ed erano soprattutto barboni con più dignità e forse anche se “sgarupato” un tugurio dove dormire ce l’avevano! Oggi ne sono tanti scostumati e privi di regole e di escrementi di urina e di resti animali spolpati ce ne sono di più! L’avete detto a Mattarella a Renzi e a Gentiloni e al Papa che non siete soddisfatti di questa eccellenza “nel degrado” che è un altro risvolto della stessa medaglia? Non vi preoccupate, però, adesso le navi e motovedette italiane dopo un patto con le autorità libiche, andranno a prendere questi neri che fuggono dalla”guerra contro i soldatini di piombo” indovinate dove: sulla riva dentro le acque libiche, dove prima venivano caricati “illecitamente” sui gommoni, togliendo il lavoro persino ai “poveri scafisti” Così il commercio di vite umane sarà fatto legalmente su imbarcazioni italiane! Non lo dite a Papa Francesco,però, perchè …comincerebbe a preoccuparsi…del Vaticano e lui preso dal panico con l’ ex papa Ratzinger fuggirebbe e ritornerebbe nell’altra parte del mondo da dove è venuto, povero Francesco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*