Criminalità violenta a Montesilvano

sparatoria montesilvano

Criminalità violenta a Montesilvano. Dopo la sparatoria in via Vestina i residenti ancora spaventati. L’esperto parla di criminalità distruttiva.

All’indomani  della sparatoria avvenuta in via Vestina a Montesilvano i residenti sono ancora spaventati dopo aver vissuto scene da film d’azione. Nella città rivierasca i carabinieri hanno arrestato un 25enne di origine albanese che non si è fermato all’alt dei militari e a bordo di una Mercedes rubata mentre procedeva a folle velocità ha causato 8 incidenti stradali . La corsa si è fermata quando l’auto è finita contro un muretto causando danni alla recinzione di un condominio. Il giovane è stato bloccato dai carabinieri mentre tentava di dileguasi a piedi. Il professore Giuseppe Orfanelli , psicologo-criminologo , docente dell’Università degli Studi de L’Aquila e consulente di diversi tribunali italiani, interviene sull’aumento di episodi di criminalità che vedono anche in Abruzzo sempre più spesso protagonisti persone di nazionalità straniera , come testimonia la presenza del 70% di extracomunitari nelle carceri italiane ed abruzzesi. Il prof Orfanelli parla di “criminalità distruttiva dovuta a comportamenti anti-sociali”.

Articolo precedente:

L'autore

Gigliola Edmondo
Laureata in Lettere Moderne e in Giornalismo medico- scientifico con lode, è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco Pubblicisti dal 1995. Esercita l’attività giornalistica dal 1985 occupandosi di cronaca, politica, economia, medicina, cultura e spettacoli. E’ appassionata di canto, musica, letteratura, cinema, teatro e pratica volontariato.

Sii il primo a commentare su "Criminalità violenta a Montesilvano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*