Cotir, i dipendenti: “Promesse non mantenute”

cotir-vasto

Cotir, i dipendenti: “Promesse non mantenute” dopo l’incontro dell’undici dicembre, terminato con annunci rassicuranti e consolatorii.

Sei giorni dopo i dipendenti del Cotir aspettano ancora che le promesse diventino realtà, per questo tornano a farsi sentire affidando la loro amarezza ad un comunicato stampa:

“Gli organi di stampa che hanno partecipato all’incontro con l’assessore Pepe, tenutosi l’11 presso il Cotir, hanno appreso che per il pagamento della prima tranche (150.000 euro) era questione di ore. A distanza di sei giorni non è accaduto nulla; nessuna somma è stata versata sul conto del Cotir”.

 

Secondo l’assessorato all’agricoltura la procedura per il trasferimento dei fondi sarebbe già stata completata, insieme a tutti gli atti formali necessari. Tuttavia non è ancora chiaro quando la tesoreria della Regione provvederà a liquidare le somme dovute.

“Aspettiamo ancora, – continua la nota – nel frattempo abbiamo organizzato una manifestazione per venerdì mattina 18 dicembre a Pescara (corteo con partenza ore 9:30 dal palazzo della Regione Abruzzo in viale Bovio e arrivo a piazza Unione, presso il palazzo del Consiglio regionale”.

Infine, la nota ricorda che ora i lumini sul davanzale della finestra del Cotir sono sei, oltre quello acceso al santuario della Madonna dei Miracoli durante il recente pellegrinaggio a Casalbordino. I dipendenti concludono ribadendo l’intenzione di continuare la protesta fino a quando non verranno rispettate le promesse fatte sul pagamento degli stipendi di tutto il 2014.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Cotir, i dipendenti: “Promesse non mantenute”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*