Concorso scuola Abruzzo: parte il ricorso collettivo Codacons

Dopo la raffica di esclusioni alle prove scritte, già pronto il ricorso collettivo del Codacons che impugnerà al Tar Lazio il concorso della scuola in Abruzzo

Il ricorso sarà inoltrato contro il ministero dell’Istruzione, in favore di tutti i docenti residenti in Abruzzo che non sono stati ammessi alle prove orali. Il Codacons chiede ora di sottoscriverlo (istruzioni sul sito dell’Associazione) a tutti i docenti che si trovano in questa condizione- Si punta a ottenere la sospensiva e -a seguire- l’annullamento dell’efficacia delle graduatorie di merito e dei giudizi negativi di mancata ammissione alla prova orale e, comunque, l’ammissione con riserva dei ricorrenti alle successive fasi concorsuali. Il Codacons fa riferimento, a tal proposito, all’orientamento già espresso dal Tar del Lazio sul tema. Gli elementi contestati sono l’articolazione delle prove concorsuali, i criteri stabiliti per la loro elaborazione e valutazione, nonché le modalità di svolgimento delle prove stesse. Inoltre il Codacons rileva l’estrema lentezza delle commissioni, “che dal 28 aprile ad oggi avrebbero corretto circa 70 mila prove, e il preoccupante esito di tali correzioni”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Concorso scuola Abruzzo: parte il ricorso collettivo Codacons"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*