Concessioni balneari: la Regione Abruzzo emette la determina per la proroga

stabilimento-balneare

Incontro tra il presidente reggente della Regione Abruzzo Giovanni Lolli e tutte le associazioni dei balneatori: emessa l’attesa determina per la domanda di proroga delle concessioni.

All’incontro hanno partecipato le associazioni Sib-Confcommercio, Assobalneari Abruzzo, Cna e Fiba Confesercenti), approfondendo le fasi attuative delle previsioni contenute nella legge di bilancio 2018, all’interno della quale (commi 682 e 683 dell’art. 1) è prevista l’estensione delle concessioni balneari ad uso turistico per un periodo di 15 anni a far data dal 31 dicembre scorso.
Lolli, interpretando il sentimento comune della categoria circa una organica e condivisa procedura amministrativa da tenere ad opera dei singoli Comuni costieri esercitanti le funzioni del demanio marittimo ad uso turistico per conto della Regione, nei giorni precedenti aveva dato incarico alla struttura del Demanio di appronta una circolare esplicativa proprio per favorire il miglior disbrigo delle procedure da parte degli enti locali.

Le disposizioni sono contenute in una determina regionale datata 22 gennaio, che approva anche un modello facsimile che i titolari di concessione marittima dovranno presentare ai Comuni di appartenenza per certificare “l’acquisizione della volontà da parte dei concessionari ad accedere all’estensione della durata delle concessioni per 15 anni a far data dal 31 dicembre 2018”. Nel tavolo è stato assunto l’impegno a trasferire questo orientamento della Regione Abruzzo a tutte le Regioni italiane nel tavolo tecnico che si terrà nelle prossime ore a Roma.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Concessioni balneari: la Regione Abruzzo emette la determina per la proroga"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*