Cittadini puliscono aree urbane, Green Bird parte dall’Abruzzo

Attività di volontariato finalizzata alla raccolta di rifiuti nei luoghi urbani, dai parchi alle spiagge, dalle piazze alle strade. Sono quelle promosse da ‘Green Bird’, onlus che al momento ha un unico gruppo in Italia, in Abruzzo.

Green Bird tuttavia punta ad accrescere i partecipanti alle iniziative sul territorio e a promuovere la nascita di nuovi gruppi a livello nazionale. Il tutto con uno slogan: “La città pulita crea una mente pulita”. Nata in Giappone, la Green Bird conta 80 gruppi nel Paese nipponico e 16 in altri Paesi, tra cui Usa, Francia, Inghilterra e Cina. L’ultima iniziativa italiana si è svolta domenica a Pescara, in spiaggia: sono stati raccolti 17 sacchi di rifiuti differenziati, tra cui molto polistirolo e materiali plastici. L’organizzazione di recente sta cercando di coinvolgere anche le scuole pubbliche, con l’obiettivo di sensibilizzare i più giovani e farli partecipare alle attività. “Vogliamo raccogliere l’interesse della comunità scolastica – dice la responsabile Green Bird Italia, Haruka Seki – per condividere questi momenti educativi, pensando all’ambiente urbano come luogo che ci appartiene”. Le attività di raccolta vengono promosse nel weekend indicativamente una volta al mese. Vengono pubblicizzate sui social e chiunque lo desideri può partecipare. Il problema principale, sottolineano i promotori, sono “le cicche di sigaretta, che si trovano dappertutto, in strada, nei parchi e sulle spiagge”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Cittadini puliscono aree urbane, Green Bird parte dall’Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*