Cinema: un Abruzzese al festival di Venezia

Anche un Abruzzese parteciperà al festival di Venezia: il Pescarese Massimo D’Anolfi, insieme alla Milanese Martina Parenti, concorrerà alla 73^ mostra del cinema con il film “Spira Mirabilis”.

Film documentario sull’immortalità, “Spira Mirabilis” è stato definito una sinfonia visiva, un inno alla parte migliore degli uomini. Simbolo di perfezione e di infinito, “la spirale meravigliosa”, Spira mirabilis come venne definita dal matematico Jackob Bernoulli, è una spirale logaritmica il cui raggio cresce ruotando e la cui curva si “avvolge” intorno al polo senza però raggiungerlo mai.

A firmare il docufilm è Massimo D’Anolfi, nato a Pescara il 7 gennaio del 1974. Videomaker dal 1993, D’Anolfi ha scritto la sceneggiatura del film “Angela” di Roberta Torre, presentato alla Quinzaine des Realizateurs a Cannes nel 2002. Nel 2003 ha realizzato cinque documentari radiofonici per Radio RAI3. Si torna a casa, “Appunti per un Film” (2003) è stato selezionato al Torino Film Festival e Play (2004) al Festival dei Popoli di Firenze. Assieme a Martina Parenti, D’Anolfi ha realizzato “I Promessi Sposi” (2006) presentato in prima mondiale al Festival del film di Locarno nella sezione Ici & Ailleurs e premiato al Festival dei Popoli e a Filmmaker Film Festival.

“Spira Mirabilis” è prodotto da MONTMORENCY FILM e LOMOTION con RAI CINEMA e con SRF SCHWEIZER RADIO UND FERNSEHEN / SRG SSR. La distribuzione internazionale è di The Match Factory.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Cinema: un Abruzzese al festival di Venezia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*