Chiuso per sfratto il Caffè Venezia di Pescara

Gli ufficiali giudiziari costringono alla chiusura il Caffè Venezia di Pescara in Viale Regina Margherita, ma i gestori annunciano la riapertura entro l’anno.

Il provvedimento, sulla cui esecuzione ha vigilato una pattuglia della polizia, è stato sollecitato dalla proprietà dell’immobile dove è allestito il bar, ormai da una decina d’anni gestito dalla famiglia Granatiero. Il bar, in previsione dell’esecuzione era già stato chiuso da alcuni giorni, e dunque non ci sono stati problemi nelle operazioni di smantellamento degli arredi su un’area di circa 400 metriquadri. Il proprietario lamenta il mancato pagamento dei canoni di locazione degli ultimi tre anni e dunque è passato alle vie di fatto. Sulle colonne del quotidiano “Il Centro”, il gestore Pasquale Granatiero ha precisato che il Caffè Venezia riaprirà comunque entro la fine dell’anno, essendo composto da tre locali diversi, due dei quali verranno ristrutturati, come indicato in un cartello affisso all’esterno.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Chiuso per sfratto il Caffè Venezia di Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*