Chiusa l’inchiesta sulla Teramo Basket

Inchiesta-Teramo-Basket

Chiusa l’inchiesta sulla Teramo Basket. A due anni dall’avvio degli accertamenti da parte della Polizia Tributaria la magistratura ha chiuso l’inchiesta sulla società sportiva, firmando l’avviso di conclusione delle indagini e confermando le ipotesi di reato a carico dell’ex presidente Carlo Antonetti.

L’ex numero uno della società sportiva (che resta ancora in liquidazione) risulta indagato per dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti mentre i rappresentanti legali delle divisioni di atletica leggera della società, Antonio Biancacci e Luca Di Polidoro, sono indagati per emissione di fatture per operazioni inesistenti.

Per il Pm Stefano Giovagnoni, le due società satellite della Teramo Basket (la “Costante Bernardini” e la “Tiberio Cianciotta”) avrebbero prodotto fatture per operazioni inesistenti per circa 500 mila euro (la prima) e per circa 700 mila euro (la seconda) giustificandoli come soldi ricevuti dalla stessa società di pallacanestro per lo svolgimento della loro attività. La Procura,  che lo scorso anno aveva chiesto il fallimento della Teramo Basket,   è convinta che si tratti di operazioni inesistenti.

L'autore

Paolo Castignani
Giornalista professionista dal 1996, ha esordito nel 1982 come cronista sportivo per testate locali e nazionali. Ha all’attivo esperienze in radio, settimanali, agenzie di stampa e uffici stampa. Lavora dal 1988 a Rete8 dove, dal 2004, cura e conduce trasmissioni di medicina.

Sii il primo a commentare su "Chiusa l’inchiesta sulla Teramo Basket"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*