Chieti: rapina a un 17enne, picchiato per uno smartphone

bullismo

Denunciata a Chieti la rapina di un cellulare a un 17enne picchiato e scippato da due bulli alla villa comunale. I carabinieri indagano sull’episodio avvenuto sabato sera.

A raccontare ai carabinieri la disavventura, accaduta intorno alle 22 di sabato sera alla villa comunale di Chieti, è stato il minorenne rapinato. Il 17enne di origini romene, che risiede a Bucchianico, sarebbe stato avvicinato da due “bulli” di etnia albanese, che lo avrebbero prima malmenato e poi derubato dello smartphone, infine dileguandosi per i sentieri della villa. Secondo il racconto della vittima, ad aggredirlo sarebbero stati due giovanissimi che però afferma di non conoscere. Con la denuncia formale redatta questa mattina, i militari proseguiranno negli accertamenti per risalire alla dinamica e ai responsabili del preoccupante episodio. Proprio i militari, circa un anno fa, riuscirono a identificare un ventenne brasiliano che in quella zona con la minaccia di un paio di forbici aveva tentato di sottrarre il cellulare a due adolescenti.

 

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Chieti: rapina a un 17enne, picchiato per uno smartphone"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*