Chieti: morde la fidanzata dopo irruzione in casa

Un 30enne di Chieti morde la fidanzata dopo essere entrato nella casa della donna dal balcone.

Un giovane incensurato di 30 anni è stato arrestato la notte scorsa dalla Squadra Volante della Questura di Chieti con le accuse di violazione di domicilio, lesioni personali aggravate e tentata violenza privata. L’uomo intorno alle 2, dopo aver chiesto inutilmente alla donna con cui ha una relazione di entrare nell’appartamento in cui quest’ultima vive, vi è entrato attraverso un balcone. Quindi, una volta dentro, sempre secondo l’accusa, ha afferrato la donna per il collo, le ha morso il labbro inferiore e tenendola con forza le ha provocato lesioni personali guaribili in sette giorni: con l’aggravante di aver commesso il fatto ai danni di una persona con la quale aveva instaurato una relazione di convivenza affettiva e di aver commesso il fatto per consumare il tentativo di violenza privata. Quanto a quest’ultimo reato si riferisce al tentativo del giovane di immobilizzare la donna per non permetterle di aprire la porta dell’appartamento ai poliziotti. Il gip del Tribunale di Chieti Luca De Ninis ha convalidato l’arresto ed ha disposto il divieto di dimora a Chieti, mentre il processo è stato rinviato al prossimo 15 ottobre

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Chieti: morde la fidanzata dopo irruzione in casa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*