Chieti, marocchino espulso, inneggiava alla jihad

POLIZIA

Operazione di polizia a Chieti, marocchino espulso in quanto inneggiava alla jihad.

In provincia di Chieti è stato disposto un provvedimento di espulsione immediata dall’Italia per motivi di èrevenzione del terrorismo. Il provvedimento è stato firmato dal ministro dell’Interno Alfano a carico di un 40enne marocchino residente da tempo nella città di Chieti. L’uomo è stato prelevato la notte scorsa dalla sua abitazione da uomini della Digos e dovrebbe essere rimpatriato in Marocco in tempi brevi. Il sospetto è che abbia fatto proselistismo jihadista  anche su internet nella diffusione dell’estremismo. I particolari saranno resi noti domani in una conferenza stampa dal questore Vincenzo Feltrinelli

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Chieti, marocchino espulso, inneggiava alla jihad"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*