Chieti: caro mense scolastiche, le mamme ricorrono al Tar

A Chieti una ventina di mamme agguerrite hanno deciso di ricorrere al Tar contro il rincaro delle mense scolastiche, sancito dalla delibera di giunta del 3 maggio 2016.

A prendersi carico del ricorso è l’avvocato Francesco Paolo Febbo. Sono quattro i motivi su cui si fonda la richiesta di annullamento della delibera di giunta: si obietta l’uso dell’indicatore Isee che dovrebbe essere utilizzato per prestazioni sociali; la delibera che ha sancito il rincaro non era di competenza della giunta, ma del consiglio; la stessa delibera doveva essere approvata entro il 30 aprile, termine ultimo per l’approvazione del bilancio di previsione, ma è datata 3 maggio; infine si contesta l’applicazione della tariffa massima ai non residenti.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Chieti: caro mense scolastiche, le mamme ricorrono al Tar"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*