Chieti: bilanci, il Pd chiede commissario

chieti_dall'alto2

Fare presto è ormai l’imperativo per il Comune di Chieti, in ritardo sull’approvazione dei bilanci, il previsionale del 2016 e il consuntivo del 2015, che in consiglio sarebbero dovuti approdare entro il 30 aprile.

La denuncia arriva dal Pd teatino, opposizione in consiglio comunale, che lancia il suo grido d’allarme e scrive al prefetto e al segretario comunale, affinché nominino un commissario ad acta che predisponga uno schema per l’approvazione del bilancio consuntivo e di quello previsionale. Per farlo occorrono tempi stretti, perché dopo la scadenza del 30 aprile, quella ultima per rispettare il patto di stabilità è fissata al 30 maggio, pena la paralisi finanziaria dell’ente.

“Abbiamo scritto al prefetto e al segretario comunale per sollecitare l’approvazione dei bilanci”, ha dichiarato Luigi Febo, consigliere Pd in comune a Chieti. “Mi auguro che si rispetti la scadenza, per il bene di Chieti e dei suoi cittadini”.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Chieti: bilanci, il Pd chiede commissario"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*