Chieti: arrestata “la banda della mola”

Chieti: la polizia stradale del distaccamento di Lanciano ha arrestato nella notte tre romeni specializzati nello scasso di centraline in aree di servizio con l’utilizzo di una mola.

Il colpo messo a segno poco dopo le 2.30 in un’area di servizio sulla Fondovalle Sangro nel territorio comunale di Atessa. La tecnica quella di chi conosce il proprio mestiere, dopo un sopralluogo effettuato probabilmente nei giorni scorsi, l’arrivo sul posto, e come prima cosa la disattivazione dei sistemi d’allarme. In un secondo momento il collegamento elettrico con il pozzetto che eroga energia all’insegna luminosa, per far funzionare una mola con la quale hanno sventrato la centralina ed estratto la cassaforte, anch’essa sventrata con lo stesso sistema. Bottino poco più di 700 euro. In quel momento, però, un automobilista che doveva fare rifornimento ha assistito alla scena ed ha chiamato il 113. Immediatamente é partito il coordinamento con le pattuglie della Polizia Stradale che tutte le notti coprono un vasto territorio compreso tra la SS 16 e la Fondo Valle Sangro e la banda, a bordo di una Lancia Lybra é stata fermata, non senza difficoltà, poco distante nel territorio comunale di Fossacesia. I tre romeni arrestati sono Daniel Potirniche 39 anni; Eugen Popa di 38 e Ionel Croitoru di 26, già condannati stamane per direttissima presso il tribunale di Lanciano. Per loro scatterà presto la misura dell’espulsione anche se le indagini proseguono per scoprire se si sono resi protagonisti di altri furti nella zona.

IMG_5089 IMG_5087

 

IL SERVIZIO DEL TG8:

Sii il primo a commentare su "Chieti: arrestata “la banda della mola”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*