Chieti: ancora da risolvere la frana di Santa Maria Calvona

E’ ancora da risolvere la frana di Santa Maria Calvona a Chieti. Le recenti piogge hanno aggravato una situazione già compromessa e i residenti, spaventati dal progredire dei continui cedimenti stradali, tornano a sollecitare interventi urgenti.

Il dissesto idrogeologico della strada si era palesato già nel 2013 e nel novembre del 2014 la situazione fu dichiarata grave, tanto che a Chieti giunse persino l’allora capo della protezione civile, Franco Gabrielli, in visita in Abruzzo per fare il punto della situazione sul dissesto idrogeologico in regione.

A febbraio del 2016, dopo l’ennesimo cedimento, l’assessore regionale Mario Mazzocca annunciò lo stanziamento di 350 mila euro che sarebbero stati messi a disposizione del comune di Chieti entro pochi giorni. Ma il breve lasso di tempo annunciato dall’assessore si è notevolmente dilatato, tanto che i soldi non sono ancora arrivati e la frana della strada di Santa Maria Calvona è ancora lì, peggiorata di pioggia in pioggia, a minacciare la sicurezza dei residenti.

L'autore

Anna Di Giorgio
Anna Di Giorgio nasce a Moncalieri (Torino), ma dall’età di quattro anni vive in Abruzzo. Ha conseguito la laurea in Lettere moderne presso l’università “G. d’Annunzio” di Chieti. Iscritta all’albo dei giornalisti dal 2002, è professionista dal 2010. Lavora per Rete8 dal 2005.

Sii il primo a commentare su "Chieti: ancora da risolvere la frana di Santa Maria Calvona"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*