Case riposo Chieti: appello a Regione, Asl e comuni

case- riposo- chieticase- riposo- chieti

Case riposo Chieti: appello a Regione, Asl e comuni. Sono senza stipendio da quasi 2 mesi ma vantano crediti pari a 2 milioni e 500 mila euro nei confronti di aziende sanitarie e circa 30 comuni abruzzesi ed extra regionali.

Oggi nuova protesta in Provincia a Chieti dei lavoratori degli Istituti riuniti di assistenza “ San Giovanni Battista” , a margine della seduta del consiglio comunale, per riaccendere i riflettori sulla situazione paradossale  che da tempo ormai si è creata e che mette in forse il loro futuro occupazionale. La coordinatrice delle RSU Fausta Ballatore ha annunciato che i lavoratori dell’ex IPAB  il prossimo 13 ottobre saranno a L’Aquila per manifestare in occasione della riunione del consiglio regionale.

“ Solo il comune di Scafa ha pagato regolarmente i servizi erogati dalla struttura, gli altri ritardano e tra essi ce ne sono alcuni che non sembrano intenzionati a mettersi in regola con i pagamenti” ci hanno detto con grande rammarico alcune lavoratrici delle case di riposo che forniscono assistenza in prevalenza ad anziani e a disabili.

Sii il primo a commentare su "Case riposo Chieti: appello a Regione, Asl e comuni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*