Carsoli, ricercato pericoloso arrestato dai carabinieri

A Carsoli un ricercato pericoloso di nazionalità albanese è stato arrestato dai carabinieri.

I militari della locale Stazione si erano insospettiti per una nuova presenza nella cittadina, quella di un 30enne albanese, ospitato da pochi giorni da alcuni connazionali. Pertanto, i carabinieri lo avevano fermato per strada e sottoposto ai controlli di polizia del caso. L’uomo e’ risultato essere un pregiudicato dedito alla commissione di reati contro il patrimonio. Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri di Carsoli sono stati avvisati dal personale della Direzione Centrale di Polizia Criminale – Servizio per la Cooperazione internazionale di Polizia Divisione SIRENE di Roma – che nei confronti dell’uomo, quella stessa mattina, l’Autorita’ Giudiziaria del Belgio aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere (mandato di arresto europeo) per il reato di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di furti. I carabinieri di Carsoli, quindi, non ci hanno messo molto e, nella stessa serata, hanno rintracciato l’albanese procedendo al suo arresto. Il 30enne e’ stato poi tradotto nel carcere di Avezzano a disposizione dei magistrati della Corte di Appello di L’Aquila interessati per le procedure di estradizione in Belgio.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Carsoli, ricercato pericoloso arrestato dai carabinieri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*