Bimba di due mesi morta in culla a Pescara

Una bimba di due mesi e morta in culla a Pescara: la tragedia nel quartiere Fontanelle

Non c’è stato nulla da fare per una bimba di appena due mesi, morta a Pescara in Via Strada Vecchia per Fontanelle. Ad accorgersi che la piccola stamattina non respirava sono stati i genitori, che hanno immediatamente chiamato il 118. Purtroppo l’intervento dei sanitari è risultato vano. La piccola potrebbe essere stata vittima, secondo i primi accertamenti, della sindrome della morte in culla (SIMS). Dell’episodio è stata informata la magistratura, a fare rapporto saranno i carabinieri, ma il caso resta riconducibile a morte naturale. In base alla ricostruzione dei carabinieri di Pescara, infatti, la bimba verso le 9.30 aveva mangiato e stava bene. Poi era stata messa a dormire nel lettino dalla madre, la quale intorno alle 10.30 si e’ avvicinata alla piccola e si e’ accorta dell’accaduto. La donna ha subito allertato i soccorsi, che, giunti sul posto, hanno provato, invano, a rianimarla. Gli esami eseguiti dal medico legale confermerebbero le cause naturali. Il magistrato di turno, Barbara Del Bono, ha comunque disposto l’autopsia, che dovrebbe essere eseguita domani martedì 4 ottobre.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Bimba di due mesi morta in culla a Pescara"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*