Barriere architettoniche: una legge per spiagge accessibili

Presentata dall’assessore regionale ai lavori pubblici, Donato Di Matteo, una proposta di legge per abbattere le barriere architettoniche e rendere le spiagge accessibili anche alle persone con disabilità.

Il testo “Norme a sostegno dell’accessibilità delle persone disabili alle aree demaniali destinate alla balneazione” è il frutto di un lavoro di concerto tra l’assessore Di Matteo e l’associazione ‘Carrozzine Determinate’.

“Il progetto di legge stabilisce che le concessioni demaniali per gli impianti di balneazione e i loro rinnovi sono subordinati alla visibilità degli impianti e all’effettiva possibilità di accesso al mare delle persone con disabilità”, ha spiegato l’assessore  Di Matteo. “Viene richiesta, quindi, l’effettiva possibilità di accesso al mare, aspetto quest’ultimo spesso trascurato. Il piano demaniale marittimo regionale stabilisce l’accesso alle spiagge, dunque, deve essere garantito per tutto l’arco dell’anno, con percorsi idonei all’utilizzo da parte di soggetti con disabilità e tali percorsi, all’interno delle concessioni balneari, vanno predisposti e mantenuti a cura dei concessionari”.

Nel testo della proposta di legge si stabilisce che anche le spiagge libere debbano essere attrezzate con servizi igienici e con adeguate discese a mare, in modo tale da permettere alle persone con disabilità di arrivare in prossimità della battigia senza doversi trovare in difficoltà per il contatto della carrozzina con la sabbia.

Sii il primo a commentare su "Barriere architettoniche: una legge per spiagge accessibili"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*