Banche, diminuiscono le rapine in Abruzzo

Il centro di ricerca dell’ABI attesta la diminuzione del numero delle rapine in Abruzzo nell’ultimo anno.

Nel 2016 sono stati 6 i colpi allo sportello effettuati nella regione contro i 9 del 2015. E’ la fotografia che emerge dai dati di Ossif, il Centro di ricerca Abi in materia di sicurezza, dai quali risulta anche un calo del fenomeno a livello nazionale: complessivamente, infatti, le rapine allo sportello sono passate da 536 del 2015 alle 360 del 2016 (-32,8%). Cala anche il cosiddetto indice di rischio – cioe’ il numero di rapine ogni 100 sportelli – che e’ passato da 1,8 a 1,2 a livello nazionale e da 1,4 a 1 in Abruzzo. E’ quanto si legge in una nota.

L’indagine Ossif e’ stata presentata al Convegno Banche e Sicurezza 2017, la due giorni che fa il punto sulle nuove strategie e sulle misure piu’ innovative per prevenire le rapine allo sportello, anche grazie al lavoro congiunto con le Forze dell’Ordine. Gli investimenti in sicurezza e la nuova Guida antirapina Le banche italiane investono ogni anno oltre 600 milioni di euro per rendere le proprie filiali ancora piu’ protette e sicure. Adottando misure di protezione sempre piu’ moderne ed efficaci e formando i propri dipendenti anche attraverso un’apposita Guida antirapina che recepisce i suggerimenti delle Forze dell’Ordine. L’edizione aggiornata della Guida Antirapina per gli operatori di sportello, ultimata proprio in queste settimane, e’ stata presentata in anteprima durante i lavori del convegno.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Banche, diminuiscono le rapine in Abruzzo"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*