Avezzano, lite tra una coppia rom e un commesso

polizia-carabinieri1

Non è la prima volta, ma forse è quella che suscita maggiore indignazione perché l’episodio violento è avvenuto davanti agli occhi di due bimbi: protagonisti, ad Avezzano, una coppia rom e un commesso.

A farne le spese è stato il commesso di un negozio di casalinghi di Avezzano, colpevole di essersi accordo della manolesta di una donna che stava portando via della merce dagli scaffali. Quando il commesso ha cercato di fermarla, la donna avrebbe risposto per le rime minacciandolo di andare a chiamare il marito per fargli dare una “ripassata”, e così è stato. Poco dopo la donna e il marito, insieme ai figlioletti, sono tornati nel negozio; l’uomo si sarebbe nascosto in attesa del commesso, che poi avrebbe aggredito sbattendolo a terra con una testata e prendendolo a calci. La faccia dell’aggressore però è stata immortalata dalle telecamere a circuito chiuso interne all’esercizio commerciale, e l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, è stato riconosciuto dall’ispettore di Polizia. Al momento l’aggressore risulta irreperibile. Del tutto diversa la versione fornita dalla moglie, che avrebbe denunciato il commesso ai Carabinieri asserendo di essere stata molestata.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Avezzano, lite tra una coppia rom e un commesso"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*