Avezzano, Corte dei conti cita per 5 milioni ex giunta Floris

comune-avezzano

Stangata per l’appalto del nuovo edificio del Comune di Avezzano. La Corte dei Conti mette in mora gli ex amministratori della giunta Floris.

Si tratta dell’ex sindaco Antonello Floris, ex assessori, ed altri nove tra consiglieri e dirigenti comunali di Avezzano in carica dal 2005 al 2009, cui viene contestato dalla Procura della Corte dei Conti un danno erariale complessivo di 5 milioni e 63mila euro relativamente ai lavori per la realizzazione del nuovo Municipio alla Pulcina nell’ambito del contratto di quartiere II. L’indagine della Corte dei Conti è scattata in conseguenza di quella penale della Procura di Avezzano: gli investigatori del Corpo Forestale dello Stato misero al setaccio i pagamenti effettuati dal settore urbanistica del Comune per la progettazione dell’edificio. Una pratica che sarebbe piena di “ombre”, secondo la Procura contabile, che nell’atto di messa in mora contesta”carenze nella elaborazione del progetto esecutivo, mancanza di elaborati e soprattutto l’aver pagato un’opera inutilizzabile e incompleta”. Tutte accuse dalle quali le persone coinvolte hanno 30 giorni per difendersi, inviando alla Corte dei Conti documenti utili a scagionarsi.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Avezzano, Corte dei conti cita per 5 milioni ex giunta Floris"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*