Area Vestina, arrosticini sequestrati dai NAS

Operazione dei NAS su una struttura abusiva nell’area Vestina: arrosticini non congelati secondo le procedure. Sequestrati oltre 1000 kg di carne

Mancava la tracciabilità della materia prima e la conformità della procedura di congelamento, che avveniva in una struttura abusiva. per questo motivo  i Carabinieri del Nas di Pescara hanno sequestrato 1.250 chilogrammi di arrosticini in un’impresa alimentare dell’area Vestina. Multa oltre 10 mila euro per violazioni in materia di autocontrollo aziendale e per l’attivazione del laboratorio senza registrazione.

Negli ultimi mesi i militari del Nas hanno intensificato i controlli sulla filiera della carne ovina, molto utilizzata per confezionare arrosticini. All’inizio dell’estate nell’Aquilano erano state sequestrate oltre 5 tonnellate di carne ovina macellata con documentazioni mancanti o irregolari.

Ad agosto sul litorale pescarese, in un locale frequentato da giovanissimi, tre quintali di arrosticini erano stati distrutti, perché trovati in cattivo stato di conservazione, con bruciature da freddo e  insudiciati.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Area Vestina, arrosticini sequestrati dai NAS"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*