Nella notte il Consiglio Regionale ha approvato il bilancio

Il Consiglio regionale si è concluso nella notte. Approvazione del bilancio con i soli voti della maggioranza. Gli altri gruppi hanno votato contro.

Il bilancio 2018 come manovra complessiva è pari ad euro 6.014.735.396,48 e si suddivide in due componenti : bilancio del perimetro sanitario per 2.779.437.437,30 e bilancio senza perimetro sanitario pari a 3.235.297.959,18. La spesa regionale effettiva è pari ad euro 1.196.033.149,08 e si suddivide in “Spese obbligatorie” per 258.830.887,71 e “Spese vincolate” per euro 783.622.887,70, “Altre spese” per 153.579.373,67. Tra le “Spese obbligatorie” figurano le seguenti voci: Personale pari ad euro 78.566.224,88 , Imposte e tasse pari ad euro 5.327.226,21, Acquisto di beni e servizi pari ad euro 22.967.300,00, Trasferimenti correnti pari ad euro 4.596.286,84 , Interessi passivi pari ad euro 60.251.680,25, Rimborsi e poste correttive delle entrate pari ad euro 2.837.620,25, Altre spese correnti pari ad euro 5.570.000,00 , Quote capitale mutui e prestiti pari ad euro 78.714.549,28. La “Spesa vincolata” è così finalizzata: Vincolati regionali (voce che comprende la quota di cofinanziamento regionale per programmi comunitari Fesr e Fse per un importo di euro 14.338.617,60) pari a 31.106.038,98, Altri Vincoli Statali ed Europei pari ad euro 752.516.848,72. La restante Spesa, cosiddetta “Libera” (ovvero non legata a Spese vincolate ed Obbligatorie) è finalizzata alle seguenti principali voci: Fondo unico trasporti 45.227.000,00, Funzionamento Consiglio regionale 24.400.000,00, Compensazioni Stato regioni ecoincentivi 11.000.000,00, Fondo sociale (L.r. 135 /96) 11.000.000,00, Fondi rischi ed accantonamenti 9.425.535,01, Spesa per il sociale 6.000.000,00, Indennizzi da vaccinazioni 5.600.000,00, Spese nel settore agricolo 4.827.482,13, Adsu 4.300.000,00, Protezione civile e geni civili 3.803.318,80, Altra spesa settore sociale 3.700.000,00,Trasporto scolastico disabili 3.300.000,00, Piano marketig Aereoporto 2.500.000,00, Trasferimenti a province ed altri 2.485.000,00, Spese per informatica 1.980.000,00, Aree protette (L.38/96)1.535.000,00, Aric/Arit 1.500.000,00, Cultura 1.155.000,00, Borse di studio studenti universitari 980.000,00 , Parco velino Sirente 800.000,00, Arta 750.000,00, Saga 540.000,00 Sport 510.000,00, Autorità di bacino 200.000,00.

Paolucci: “Un bilancio solido” – “Un bilancio che si presenta con meno debiti , nessun mutuo contratto e più fondi per settori cruciali come il trasporto pubblico locale ed il sociale”. Per l’Assessore regionale Silvio Paolucci si tratta di un fatto di una enorme importanza, oggi possiamo dire di avere un “Un bilancio solido che non si arrampica sugli specchi, ma dove le entrate e le uscite sono coerenti – ha spiegato Paolucci – un bilancio che porta in dote la norma “Salva Abruzzo” che ci consente di spalmare il debito regionale in venti anni liberando risorse maggiori, per tre milioni di euro, per il sociale rispetto allo scorso anno. Per consentire questo successo si è scritta una doppia norma per l’Abruzzo, il “Salva Abruzzo” per spalmare l’enorme debito del passato e la norma per il riallineamento contabile, visto che eravamo solo tre regioni in Italia a non aver approvato i rendiconti degli anni passati e quindi eravamo privi del riallineamento dei consuntivi. Queste norme, non solo segnalano il grande impegno del governo regionale, ma soprattutto la difficile situazione contabile che abbiamo ereditato. Grazie all’attuale Governo che ha dato fiducia all’Abruzzo, abbiamo portato a casa delle norme che ci consentiranno da un lato di aver un minimo di agibilità finanziaria e dall’altro di riallineare con velocità e certezza i consuntivi. Quindi, accanto al lavoro fatto sui numeri, si è affiancato quello sul riallineamento dei documenti contabili come i rendiconti degli anni 2015 e 2016 che a breve saranno approvati dalla Giunta. “L’altro data che emerge –continua Paolucci –è che abbiamo abbattuto l’indebitamento ed il disavanzo di 500 milioni di euro senza rinunciare al finanziamento di servizi importanti ed essenziali come il trasporto ed il sociale. In quattro anni siamo passati da 770 milioni di euro a 680 milioni di euro mentre l’indebitamento è passato da 1.261.976.804,43 del 2014 a 874.676.423,36 del 2019. Inoltre vorrei sottolineare che la nostra è stata una legislatura che non ha prodotto neanche un mutuo. L’ultimo risale al 2013 e fa riferimento ai 174 milioni di euro contratti con il Ministero dell’Economia e Finanze per il ripianamento del disavanzo della Sanità degli anni passati. L’approvazione in Consiglio regionale della norma sul disavanzo è inoltre il segnale che questa Regione ha ritrovato una rotta ed un cammino e che chiunque un domani governerà questo Ente avrà la certezza che il futuro degli abruzzesi non è più compromesso.”

Febbo: “Importanti finanziamenti per Chieti” – “Al termine della lunga sessione di bilancio”, afferma il presidente della Commissione di Vigilanza Mauro Febbo, “posso ritenermi soddisfatto per i risultati ottenuti su temi rispetto ai quali da sempre ho speso la mia attenzione. Il Presidente D’Alfonso e la Giunta non hanno potuto fare a meno di riconoscere la validità delle istanze della Città di Chieti, mostrando prova di maturità rispetto anche alla correttezza del centrodestra durante i lavori. Nello specifico – spiega Febbo – sono stati stanziati 150 mila euro per la Biblioteca “De Meis”, con l’impegno di integrarli a breve con ulteriori 150 mila euro; previsto un finanziamento straordinario 2018 per il Bicentenario del Teatro Marrucino pari a 200 mila ai quali vanno aggiunti i 270 mila euro, ricompresi nel Masterplan, per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria; per l’adeguamento e l’ultimazione della Casa dello studente di via Gran Sasso (Acp – Adsu), sono previsti 450 mila euro; 400mila euro annui per il periodo 2018-2020 per il risanamento del debito pregresso dell’Ater di Chieti. Tutte Istituzioni ed iniziative che da sempre – conclude Febbo – alla città di Chieti hanno portato lustro è motivo di vanto culturale e sociale”.

 

Maggioranza: “Fondi per sostenere lo sviluppo” –  “Il bilancio regionale porta un forte sostegno per il territorio abruzzese e l’economia regionale, uno sforzo verso alcuni settori in difficoltà che attendevano un segnale concreto dal governo regionale. Parliamo di settori vitali come il sociale, la cultura, lo spettacolo, la ricerca, l’agricoltura e l’ambiente” – è quanto dichiarano i capigruppo di maggioranza Mariani, Di Nicola, Berardinetti, Paolini, Mazzocca, Olivieri. Nel dettaglio sono state stanziate risorse per 40.000 euro in favore dell’Agenzia Regionale per la Tutela dell’Ambiente (ARTA) al fine di garantire il monitoraggio della qualità dell’aria. In tema della preservazione del territorio e per la copertura dei costi di funzionamento del Consorzio dell’Area marina protetta “Torre del Cerrano”, è concesso, per l’anno 2018, un contributo di euro 40.000. Per consentire la redazione del Piano di adattamento ai cambiamenti climatici sono attribuiti per l’anno 2018 ulteriori euro 60.000. Per la realizzazione e gestione del Piano delle acque minerali e termali, sono attribuiti per l’anno 2018 ulteriori euro 50.000. Tra le altre risorse previste anche il contributo di 100.00 euro in favore dei Centri di Ricerca del settore agricolo, 60.000 euro per finanziare il “Premio Internazionale Ignazio Silone”, inoltre viene concesso in favore dell’ARA (Associazione Regionale Allevatori) un contributo di 170.000 euro; rifinanziata la legge per il sostegno alle piccole imprese operanti nei territori della Regione interessati dagli eventi sismici del 2016 e 2017 al fine di assicurare la copertura finanziaria agli interventi utilmente collocati nelle graduatorie finora approvate; rifinanziata per 200.000 euro la legge sulle “Norme in materia di raccolta, commercializzazione, tutela e valorizzazione dei tartufi in Abruzzo”. Diversi anche gli interventi per il sociale: viene concesso un contributo all’Associazione “Banco Alimentare Abruzzo-Onlus” per euro 50.000, concesso anche un contributo alla Fondazione “Oltre le Parole – Onlus” per euro 20.000 ed è inoltre aumentato di euro 30.000 il capitolo per i “Contributi ad alcune associazioni con scopi sociali o sanitari per disabili”. Altre misure hanno riguardato il Consorzio di Bonifica ovest che al fine di compartecipare ai maggiori oneri derivanti dalla captazione e distribuzione della risorsa idrica, è destinatario di un contributo di euro 300.000. Viene finanziato il Fondo Unico Regionale per la Cultura (FUS) con ulteriori risorse pari ad euro 300.000. Per l’anno 2018 è concesso in favore dei Centri regionali di ricerca del settore agricolo esistenti, un contributo straordinario aggiuntivo di euro 800.000. In tema ambientale previsti stanziamenti al Parco Naturale regionale Sirente Velino con un contributo straordinario aggiuntivo di euro 200.000, le Riserve naturali regionali saranno destinatarie un contributo di 100.000, un contributo straordinario aggiuntivo di euro 140.000 è previsto per indennizzare i costi della prevenzione, del controllo e dell’eradicazione di epizoozie sul territorio regionale. Per l’anno 2018, il fondo di dotazione della società Abruzzo Sviluppo è incrementato di euro 150.000. Infine sono stati concessi all’Ater di Chieti un contributo straordinario di euro 450.000 e al Ciapi per euro 300.000, nonché finanziata la legge sul Caregiver familiare per euro 400.000.

 

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Nella notte il Consiglio Regionale ha approvato il bilancio"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*