Altro incendio a Vasto, a fuoco auto di un impiegato

Non si ferma la spirale di roghi dolosi in città. Nell’ennesimo incendio a Vasto presa di mira una vettura in uso al figlio di un impiegato.

Gli investigatori del commissariato di Pubblica Sicurezza tendono comunque ad escludere la pista della criminalità organizzata. Ad andare a fuoco, l’altra notte, una Opel Corsa parcheggiata in Via Spataro, il cui motore è andato totalmente distrutto nell’incendio, di natura certamente dolosa. Ad accorgersi delle fiamme sono stati direttamente gli agenti di polizia, che erano di pattuglia nella zona, che in attesa dell’arrivo dei Vigili Del Fuoco, hanno iniziato a domare le fiamme per circoscrivere i danni. E proprio mentre agivano con un estintore, si sono accorti della presenza di una bottiglia di Coca Cola con residui di liquido infiammabile: lo stesso usato per alimentare l’incendio. Proprio il rapido intervento degli investigatori e le tracce rinvenute, potrebbero indirizzare sulla pista giusta le indagini. Anche le modalità sembrano escludere la pista della criminalità organizzata: ad essere presa di mira è una famiglia tranquilla. Il padre, impiegato, recentemente aveva dato l’auto in uso al figlio. Non si esclude pertanto l’ipotesi di una “ragazzata”.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Altro incendio a Vasto, a fuoco auto di un impiegato"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*