Albero di Natale a L’Aquila “storto e striminzito”

“Storto, striminzito, finanche indecoroso”. Sembra non essere piaciuto per niente l’albero di Natale a L’Aquila sistemato da qualche giorno al centro di piazza Duomo.

Non c’è stato nemmeno il tempo di issare questo abete di 40 quintali fatto arrivare in piazza grazie a un trasporto eccezionale dei vigili del fuoco che su Facebook si è scatenata una ridda di commenti, tra il sarcastico e l’indignato, con gli immancabili attacchi a politici e amministratori, che, a detta di qualche aquilano, avrebbero potuto dimostrare più cura e meno sciatteria. E c’è chi si è dato appuntamento a oggi pomeriggio per abbellire il povero albero con addobbi e luci e renderlo un po’ meno spoglio. L’iniziativa è stata ribattezzata “Vestiamolo di dignità” e ha già raccolto molte adesioni. Ma c’è anche chi trova eccessivo il polverone sollevatosi attorno a questa vicenda. L’abete natalizio di piazza Duomo ha, infatti, una storia molto particolare alle spalle. L’albero è stato spiantato dal giardino di un palazzo situato in via Cardinale Mazzarino demolito dopo il terremoto.

il video

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Albero di Natale a L’Aquila “storto e striminzito”"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*