Abusi alla figlia adottiva: processo a Sulmona

Avrebbe abusato della propria figlia adottiva quando era ancora minore di 14 anni. Per un dominicano da anni residente a Sulmona, si aprirà il processo in tribunale.

Il rinvio a giudizio del 49enne è legato a presunti episodi di palpeggiamenti e poi violenze più gravi, risalenti agli anni tra il 2011 e il 2013. Il caso venne alla luce a margine della causa per la potestà genitoriale intestata dalla moglie dell’uomo e zia dalla bimba, la quale ella stessa denunciò atti violenti da parte del marito. L’adolescente ha riferito ai giudici, nel corso di un interrogatorio protetto, delle violenze e anche delle minacce da parte del patrigno. Anche alla luce del racconto delle assistenti sociali, il gip ha deciso che sarà necessario un processo, e dunque l’uomo è stato rinviato a giudizio.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Abusi alla figlia adottiva: processo a Sulmona"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*