Abruzzo, mare inquinato, 8 divieti permanenti nel 2016

Balneazione PescaraPescara-divieto-balneazione

In Abruzzo per il mare inquinato si aprirà con il divieto permanente di balneazione la stagione 2016 in 8 punti (4 a Ortona, 2 a San Vito e uno ciascuno a San Vito e Roseto). Altri partiranno con i divieti. La delibera integrale della Regione. Domani interviene il Forum H20.

Otto tratti di costa (quattro ad Ortona, due a S. Vito Chietino e uno a Torino di Sangro e Roseto) saranno permanentemente chiusi alla balneazione nel 2016 in quanto hanno raggiunto il quinto anno consecutivo di classificazione nella categoria peggiore, qualità “scarsa”. E’ il dato contenuto nell’allegato B della delibera di Giunta regionale 148 dello scorso 10 marzo, pubblicata sul sito della Regione Abruzzo, che attesta l’enorme danno recato all’economia turistica dal mancato rispetto delle direttive comunitarie in anni nei quali non si è intervenuti su fiumi e depuratori.

Ecco nel dettaglio gli 8 punti interessati:

divieti definitivi balneazione

Diversi altri tratti avvieranno la stagione con il divieto di balneazione dal 1 maggio e potranno essere riaperti solo a seguito di due campionamento favorevoli e dell’adozione di concrete misure di risanamento. Tra questi, come largamente previsto, i tratti “ex via Mazzini” (da quest’anno suddiviso in due tratti) e “via Balilla” a Pescara. Il tema sarà approfondito domani in una conferenza stampa del Forum H2o.

Delibera GR148_2016 ed Allegati – CLICCA PER SCARICARE

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Abruzzo, mare inquinato, 8 divieti permanenti nel 2016"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*