Emodialisi: in Abruzzo aumentate le postazioni

Un decreto della struttura commissariale della Regione potenzia l’emodialisi in Abruzzo: i posti letto aumentano da 284 a 379

“Gli attuali centri di offerta – ha spiegato l’assessore regionale Silvio Paolucci (nella foto)- consentivano già oggi di soddisfare la domanda complessiva, ma si registrano alcune difficoltà per i pazienti a raggiungere le strutture. A questo si aggiungono disagi, soprattutto nella stagione estiva, in alcuni centri dialisi ‘di confine’, dove si evidenzia anche un certo grado di mobilità passiva”.

Per questo si è deciso di ridefinire e potenziare l’organizzazione della rete, ponendo fine alle disomogeneità territoriali.

La rete nefro-dialitica in Abruzzo attualmente conta 21 centri, 284 posti letto tecnici, 16 posti letto di degenza ordinaria nei reparti ospedalieri di nefrologia e 5 in AFO (area funzionale omogenea tra diversi reparti).

Il decreto, invece, aumenta i posti letto tecnici a 379: 94 nella Asl dell’Aquila, 108 in quella di Chieti, 95 a Pescara e 82 a Teramo.

IL QUADRO ATTUALE

In Abruzzo, a fine 2015, i pazienti in trattamento dialitico erano 1070, pari a 819 per milione di abitanti. Un dato superiore alla media nazionale, che è invece di 760. Di essi, 899 erano in trattamento dialisi extracorporea, 168 in dialisi peritoneale, e solo 3 in trattamento domiciliare. L’indice di prevalenza (vale a dire quello dei pazienti attualmente in cura nei centri) risulta più alto nella Asl di Pescara, dove si attesta a 907 per milione di abitanti, seguito da Chieti con 818, L’Aquila con 785 e Teramo con 728. A completamento del quadro dell’attuale offerta di terapie sostitutive, va rilevato che il Centro regionale di trapianti di rene dell’Aquila tra il 2001 e il 2015 ha eseguito 473 trapianti (251 dei quali su pazienti abruzzesi). A fine 2015, erano in lista d’attesa 262 pazienti, 167 dei quali abruzzesi.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Emodialisi: in Abruzzo aumentate le postazioni"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*