Pescara, a Fontanelle appena sfrattati rioccupano casa

Pescara-Fontanelle-violenza

Pescara, a Fontanelle appena sfrattati rioccupano casa in via Caduti per servizio.

Al termine di un confronto dai toni accesi con gli uffici regionali dell’Ater, questa mattina è stato eseguito il primo sfratto di una famiglia di occupanti abusivi, in via Caduti per Servizio 25. Poco dopo però gli stessi occupanti appena sfrattati hanno sfondato la porta murata e si sono reintrodotti nell’abitazione. A comunicarlo è Domenico Pettinari, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle.

“La rabbia dei residenti – dice Pettinari – è scoppiata quando hanno dovuto constatare che dopo essere stati sfrattati e dopo che gli operai dell’Ater avevano murato la porta, la famiglia sfrattata ha atteso che gli operai e le forze dell’ordine si allontanassero per sfondarla e impossessarsi dell’alloggio popolare. A nulla è servito la chiamata delle forze dell’ordine”.

Secondo Pettinari l’episodio si è verificato perché il Comune di Pescara non si è coordinato con l’ATER per riassegnare immediatamente l’alloggio liberato agli aventi diritto.

“Siamo delusi e amareggiati – aggiunge Pettinari – dall’inerzia dell’amministrazione comunale davanti all’emergenza che investe Via Caduti per Servizio”.

Sii il primo a commentare su "Pescara, a Fontanelle appena sfrattati rioccupano casa"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*