Asl L’Aquila, 300 precari rischiano

certificati-malattia-falsi

Alla Asl di L’Aquila 300 precari rischiano di non vedere rinnovato il contratto di lavoro. L’allarme sui 300 precari a rischio nella Asl aquilana è stato lanciato dalla Cisl Funzione Pubblica.

La Cisl Funzione Pubblica teme il mancato rinnovo del contratto in scadenza per 300 precari operativi nelle sedi Asl di Avezzano-Sulmona-L’Aquila. Gianfranco Giorgi, coordinatore provinciale Fp-Cisl sanità, chiede la convocazione di un tavolo con tutti i soggetti interessati.

“La Regione, nell’ultimo tavolo di confronto – spiega Giorgi – ha invitato la Asl dell’Aquila a ridurre la spesa per il personale precario, che doveva essere tagliata del 50% in nome del contenimento dei costi, ma che al momento risulta ancora sovradimensionata. Ciò comporterà il rischio del mancato rinnovo dei contratti a 300 precari che prestano servizio all’interno della Asl: si tratta di diverse figure professionali, medici, infermieri, tecnici di laboratorio e di radiologia, operatori socio-sanitari e amministrativi”.

Giorgi aggiunge che la necessità di ridurre la spesa sanitaria imposta dalla Regione ha già indotto la Asl dell’Aquila a prorogare per un mese, fino a fine ottobre, un numero limitatissimo di contratti a termine. Se i contratti non venissero rinnovati, secondo Giorgi, si prospetterebbe una situazione di disservizi e di problemi in tutti i presìdii sanitari, mettendo in forse la qualità dell’assistenza ai cittadini.
“La sanità pubblica- conclude Giorgi – non può essere gestita in continua emergenza”.
La Cisl Funzione Pubblica sottolinea anche che la Regione, per il calcolo del tetto massimo di spesa consentito per i precari, fa riferimento al 2009, quando la Asl aquilana dovette affrontare il disastro del terremoto.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Asl L’Aquila, 300 precari rischiano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*