Elettrodotto Terna, espropri fermati in cinque poderi

No-Terna-sit-in-Chieti

Elettrodotto Terna, espropri fermati in cinque poderi del chietino. Ieri la Terna non è riuscita a portare a termine gli espropri previsti su alcuni terreni di Casacanditella e Atessa.

Non sul loro podere: l’elettrodotto della Terna Villanova-Gissi, almeno per ora, è costretto a bypassare alcuni appezzamenti di Casacanditella e Atessa per la fermezza dei proprietari. A contrastare il transito del tracciato dell’elettrodotto sono stati ancora una volta i titolari dei poderi che, insieme ad altri manifestanti, hanno opposto il loro deciso rifiuto a tecnici e operai della Terna. A differenza di precedenti analoghi, quando tra proprietari e tecnici si era arrivati quasi alle mani, questa volta tutto si è svolto compostamente. E mentre il comitato “No elettrodotto” continua la propria battaglia e pensa ad altre manifestazioni eclatanti, si aspettano risposte precise dalla istituzioni. Nel frattempo è probabile che i lavori dell’elettrodotto Terna Villanova-Gissi vengano rallentati altre volte e i rigidi limiti temporali imposti dal cronoprogramma nrischino di non venire rispettati. 

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Elettrodotto Terna, espropri fermati in cinque poderi"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*