Abruzzo, record di arresti per un pescarese

carabinieri

Abruzzo, record di arresti per un pescarese fermato tre volte in poche ore dai carabinieri. Aveva “dimenticato” di essere ai domiciliari.

L’ultima, in ordine di tempo, appena ieri, quando invece di starsene a casa in attesa di essere condotto al processo per direttissima che riguardava i precedenti arresti, l’uomo ha preferito andarsene a spasso, aggiungendo di fatto l’evasione al suo palma res di reati contestati. Francesco Di Carmine,  34enne pescarese, era già stato arrestato due volte (nelle 24 ore precedenti) per resistenza, lesioni e danneggiamenti, avendo messo soqquadro l’ospedale di Penne e contrastato l’intervento dei carabinieri. Messo ai domiciliari, si è dato alla fuga prima del processo per direttissima. I militari lo hanno rintracciato mentre rientrava nella propria abitazione. Di Carmine si è giustificato affermando di essersi dimenticato di avere limitazioni della libertà. L’uomo è ora nel carcere di San Donato, a Pescara, per l’arresto in flagranza e per l’aggravamento delle misure cui era sottoposto.

 

Sii il primo a commentare su "Abruzzo, record di arresti per un pescarese"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*