Chieti, sequestro alimenti in parafarmacia

Chieti, sequestro alimenti in parafarmacia: topi e insetti morti tra gli scatoloni contenenti latte in polvere per neonati e cibi dietetici.

L’ispezione dei Nas porta alla luce le pessime condizioni igieniche dei magazzini di una parafarmacia. Escrementi di topo e insetti morti, questa la cornice inquietante degli scatolini di prodotti farmaceutici custoditi in una parafarmacia del chietino. A fare la scoperta sono stati i Carabinieri del Nas di Pescara, che hanno individuato due magazzini senza requisiti igienici e né autorizzazioni, ma con tanto di escrementi di roditori, carcasse di insetti e lucertole. Dopo l’ispezione la Asl di Chieti ha disposto l’immediata chiusura dei due depositi, disposti su livelli diversi da quello adibito alla vendita. Nel contempo sono stati anche sequestrati 3 quintali di alimenti, fra cui cibi dietetici e latte in polvere per neonati. Il titolare dell’esercizio è stato segnalato alla procura di Chieti, che ha già convalidato il sequestro dei Nas. L’operazione fa parte di una serie di controlli relativi condizioni igienico sanitarie e di conservazione eseguiti dai Nas nelle farmacie e nelle parafarmacie.

L'autore

Marina Moretti
Nata a Pescara, dopo la maturità classica ha svolto diversi lavori in ambito culturale, artistico e teatrale per poi dedicarsi completamente al giornalismo, sia giornali che radio e tv. Giornalista pubblicista dal 1996, è professionista dal 2010. Come redattore di Rete8, dal 2001, si occupa di diversi settori, con particolare interesse per quello culturale. Ha da poco aperto un blog di fotografie skybycarphotos.

Sii il primo a commentare su "Chieti, sequestro alimenti in parafarmacia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*