14enne di Tortoreto morto per errata diagnosi? deciderà la superperizia

Disposta una superperizia nel processo a due medici, per verificare se vi fu una errata diagnosi tra le cause del decesso in ospedale del 14enne Lorenzo Panichi di Tortoreto.

Il ragazzo morì il 28 agosto del 2015 per la rottura dell’aorta in ospedale a Giulianova, dove giunse in condizioni disperate. Ma nel mirino dell’inchiesta sono finiti due medici del nosocomio di Sant’Omero, accusati di una errata diagnosi di polmonite per effetto della quale il ragazzo venne poco prima dimesso dall’ospedale vibratiano. Nel processo in corso in tribunale si sono costituiti parte civile i familiari del ragazzo.

La Procura ha escluso responsabilità dei medici di Giulianova e del 118, producendo una perizia che attribuisce le responsabilità tutte alla prima diagnosi, che sarebbe stata errata. A questo punto è più che probabile che in una prossima udienza, a maggio, venga disposta una superperizia d’ufficio da parte del tribunale.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "14enne di Tortoreto morto per errata diagnosi? deciderà la superperizia"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*