Pescara, per evitare lo sfratto minaccia di lanciarsi dal 7° piano

poliziapolizia

E’ accaduto in pieno centro a Pescara, tra via Battisti e via Muzi, dove un uomo di 56 anni ha minacciato di lanciarsi dal 7° piano per impedire lo sfratto. Tragedia sventata da vicini e poliziotti.

L’uomo ha perso il controllo alla vista dell’ufficiale giudiziario: era in casa con la moglie e un figlio quando l’ufficiale ha bussato alla sua porta per rendere immediatamente esecutivo lo sfratto. A quel punto il 50 enne ha aperto la finestra di una stanza minacciando di lanciarsi nel vuoto dal 7° piano: il tutto tra le urla della moglie e del figlio e lo sguardo atterrito di passanti e vicini. Solo il pronto intervento di una pattuglia della Polizia che si trovava a passare nei paraggi ha impedito il drammatico epilogo.

Sii il primo a commentare su "Pescara, per evitare lo sfratto minaccia di lanciarsi dal 7° piano"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*