Ortona, quel manifesto sessista che indigna

La denuncia di Donn.é: a Ortona manifesto sessista per l’inaugurazione di un punto vendita, “l’azienda e la Commissaria prefettizia lo rimuovano”.

L’Associazione di promozione sociale Donn.è alla visione del manifesto pubblicitario (nella foto) apparso in questi giorni sulle bacheche del Comune di Ortona, diffuso in occasione dell’apertura di un nuovo punto vendita di una nota catena di bricolage, esprime tutto il suo sdegno per il carattere fortemente sessista della pubblicità proposta.  Dal punto di vista dell’associazione, l’immagine divulgata “è una mercificazione del corpo delle donne e dunque lesiva della loro dignità”.

Per tale ragione Donn.è ha chiesto all’azienda la  rimozione immediata della campagna pubblicitaria e l’invito ad allinearsi  agli standard  nazionali ed europei per una comunicazione libera da stereotipi e discriminazioni e promotrice della parità di genere.  Allo stesso tempo l’associazione con una nota protocollata alla Commissaria prefettizia del Comune di Ortona ha richiesto di dare applicazione e piena efficacia alla delibera n. 65 del 2013 con la quale si vieta l’utilizzo di immagini lesive della dignità delle donne e dei/delle minori, con le adozioni dei dovuti provvedimenti.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Ortona, quel manifesto sessista che indigna"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*