Scendono le tasse a Pescara: Tari più leggera, conferma Alessandrini

A Pescara la Tari nel 2016 scenderà per abitazioni ed imprese. Con il recupero dell’evasione sono saliti i metri quadri censiti in città.

Rinviata la conferenza stampa per precisare meglio il computo dei numeri ma è stata confermata dal Sindaco Alessandrini l’indiscrezione che circolava negli ultimi giorni a Palazzo di Città. Il ribasso della Tari avverrà per l’effetto del ricalcolo dei metri quadri soggetti alla tassa, alla luce di due anni di lotta all’evasione contributiva. La tassa serve a finanziare il servizio di igiene urbana svolto da Attiva, che Alessandrini ha definito anche stamani “Azienda virtuosa ed efficiente. Anche grazie alla sua gestione dei costi si è riusciti a ridurre la pressione fiscale sui cittadini”. Il sindaco ha inoltre risposto favorevolmente all’invito di Confcommercio ad accelerare sulla raccolta differenziata, altro elemento decisivo per la riduzione della leva fiscale. L’emersione di diverse fasce di evasione consentirà di applicare il principio “pagare meno, pagare tutti”. Al momento non è nota l’entità dello “sconto” per cittadini e imprese: probabilmente il consiglio comunale modificherà il regolamento nelle prossime settimane e si ipotizza la diluizione dell’imposta in due rate di pagamento: l’acconto a primavera e il saldo a fine estate. Ma sugli aspetti tecnici del provvedimento occorrerà attendere ancora qualche giorno.

il video

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Scendono le tasse a Pescara: Tari più leggera, conferma Alessandrini"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*