Omicidio Rapposelli, nuovo arresto per i Santoleri

Omicidio Rapposelli: scatta un nuovo arresto per i Santoleri, dopo la trasmissione del fascicolo alla magistratura di Teramo.

Si tratta di un atto dovuto, a seguito del passaggio degli atti per competenza territoriale al gip teramano Roberto Veneziano, che dovrà pronunciarsi sulla misura. A produrre la richiesta è stata per la procura di Teramo il Pm Enrica Medori, nuova titolare dell’inchiesta in cui Giuseppe e Simone Santoleri sono indagati per omicidio volontario e occultamento di cadavere.

Il fascicolo proveniente da Ancona è comunque già robusto e -secondo gli investigatori marchigiani- zeppo di gravi elementi indiziari a carico di padre e figlio, traditi nella loro versione dalle videocamere stradali che hanno testimoniato il viaggio nelle Marche per disfarsi del corpo senza vita della donna, che sarebbe stata uccisa a Giulianova. il 9 ottobre dello scorso anno.

Intanto ieri Giuseppe Santoleri ha compiuto in carcere 68 anni. A Castrogno ha ricevuto anche ieri la visita dei suoi difensori, che non disperano di ottenere per lui una revoca del regime carcerario attraverso una visita psichiatrica che -potrebbe essere questa la strategia legale- sarebbe alla base anche della contraddittorietà delle dichiarazioni finora rese.

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Omicidio Rapposelli, nuovo arresto per i Santoleri"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*