Evasione fiscale in Marsica, sequestro dalla GdF per 375mila euro

Evasione fiscale in Marsica: la Guardia di Finanza ha eseguito un sequestro di beni per un valore di oltre 375.000 euro nei confronti di un noto imprenditore del ramo prodotti petroliferi

Il provvedimento del Gip Francesca Proietti è l’epilogo di indagini svolte a seguito di una segnalazione trasmessa alla Procura di Avezzano dall’Agenzia delle Entrate, per omesso versamento delle imposte da parte della società coinvolta. In particolare gli accertamenti eseguiti dalle fiamme gialle su disposizione del sostituto Roberto Savelli hanno evidenziato che “l’amministratore della società, pur essendo quest’ultima attiva, aveva omesso di presentare le dichiarazioni obbligatorie, sottraendosi così a qualsiasi forma di imposizione fiscale per diversi anni. L’imprenditore inoltre, nonostante avesse presentato a seguito del controllo fiscale eseguito, istanza di accertamento con adesione, non vi aveva dato corso, ricorrendo alla Commissione Tributaria di L’Aquila. Pertanto, in considerazione dei gravi indizi di colpevolezza il patrimonio dell’indagato, fino alla concorrenza delle imposte evase (375mila euro), è stato sottoposto a sequestro sia su beni mobili che immobili

L'autore

Carmine Perantuono
Laureato in Giurisprudenza, è giornalista professionista dal 1997. Ricopre il ruolo di Direttore Responsabile di Rete8.

Sii il primo a commentare su "Evasione fiscale in Marsica, sequestro dalla GdF per 375mila euro"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*