In emergenza personale tribunale e carcere a L’Aquila

Cade a pochi giorni dalla manifestazione dei movimenti contro il 41 bis arrivati da mezza Italia sabato scorso, la visita nel carcere a L’Aquila dei sottosegretari alla Giustizia Federica Chiavaroli e Gennaro Migliore.

Una visita programmata da tempo, durante la quale i due esponenti di governo hanno incontrato i detenuti del carcere, 131 persone sottoposte al regime duro, di cui sette donne. Tra di loro c’è anche Nadia Desdemona Lioce, la leader delle ex nuove Brigate Rosse. I diritti dei detenuti l’aspetto più complesso e delicato da affrontare, come ha spiegato Migliore.

La carenza di personale – strutturale in tutto il sistema e particolarmente sentito in una realtà di 41 bis – è il problema sollevato anche dalla direttrice del carcere, problema che sarà sottoposto al Governo già al rientro a Roma dei due sottosegretari, come spiega la Chiavaroli.

Personale dalle Province, invece, andrà probabilmente a colmare la mancanza di personale nel tribunale dell’Aquila.

carcere preturo 41 bis

Il servizio del Tg8:

L'autore

Marianna Gianforte
Giornalista professionista dal 2009, iscritta all'Albo dell'Ordine dei Giornalisti d'Abruzzo. Dopo la laurea in Culture per la Comunicazione all’Università dell’Aquila, frequenta un master in Giornalismo all'Università di Teramo. Collabora con il quotidiano regionale "Il Centro Spa" e Radio Delta. La scrittura e il giornalismo fanno parte della sua vita, come anche lo sport. Ama la corsa, la bicicletta e la montagna.

Sii il primo a commentare su "In emergenza personale tribunale e carcere a L’Aquila"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato


*